logo ministero

Il Consiglio d’Istituto con delibera n° 29 del 10.11.2014
Visto l’art.10 del T.U. 16/04/94 n° 297
Vista la C.M. 291/92
Visto il DPR 8 marzo 1999 n° 275
Visto il D.I. 01/02/2001 n° 44
Visto il Regolamento generale d’Istituto
Ritenuta la necessità di emanare norme dirette a disciplinare le modalità di organizzazione e svolgimento delle uscite didattiche, delle visite e viaggi di istruzione dell’Istituzione Scolastica
Vista la proposta del Collegio dei Docenti adottata con deliberazione in data 29.10.2014

EMANA

Il seguente regolamento che va costituire parte integrante del Regolamento Generale d’Istituto.

 logo ministero

Il Consiglio d’Istituto con delibera n° 29 del 10.11.2014
Visto l’art.10 del T.U. 16/04/94 n° 297
Vista la C.M. 291/92
Visto il DPR 8 marzo 1999 n° 275
Visto il D.I. 01/02/2001 n° 44
Visto il Regolamento generale d’Istituto
Ritenuta la necessità di emanare norme dirette a disciplinare le modalità di organizzazione e svolgimento delle uscite didattiche, delle visite e viaggi di istruzione dell’Istituzione Scolastica
Vista la proposta del Collegio dei Docenti adottata con deliberazione in data 29.10.2014

EMANA

Il seguente regolamento che va costituire parte integrante del Regolamento Generale d’Istituto.

ART. 1 - PRINCIPI GENERALI

La scuola considera i viaggi d’istruzione, le visite guidate a musei, mostre, manifestazioni culturali, di interesse didattico o professionale, lezioni con esperti e visite a enti istituzionali o amministrativi, la partecipazione ad attività teatrali e sportive, soggiorni presso laboratori ambientali, la partecipazione a concorsi comunali, provinciali, regionali, nazionali, a campionati o gare sportive, a manifestazioni culturali o didattiche, i gemellaggi con scuole estere parte integrante e qualificante dell’offerta formativa e momento privilegiato di conoscenza, comunicazione e socializzazione. Per tale motivo, tutte queste attività dovranno essere parte integrante dell’offerta formativa della scuola e coerenti con il POF.

La gestione delle uscite, delle visite e dei viaggi di istruzione rientra nell’autonomia gestionale e nella responsabilità degli organi di autogoverno dell’Istituto:

  1. il Consiglio d’Istituto predispone e approva il Regolamento generale;
  2. il Collegio Docenti, nel rispetto del Regolamento, definisce gli orientamenti per la programmazione annuale;
  3. il Consiglio di Classe/Interclasse/Intersezione delibera sulle proposte di uscite didattiche, visite e viaggi d’istruzione, elabora i progetti, designa il docente responsabile del procedimento, propone i docenti accompagnatori e relativi supplenti;
  4. il Dirigente Scolastico approva in via definitiva i progetti elaborati dai Consigli di Classe/Interclasse/Intersezione, designa i docenti accompagnatori, dà esecuzione alle procedure organizzative supportato dalla Commissione “Visite e Viaggi di Istruzione”.

ART. 2 - TIPOLOGIE

Vi sono le seguenti tipologie.

a. Uscita didattica  (U): si effettua nell’arco di mezza giornata.

  • b. Visita di istruzione (V): si effettua nell’arco di una giornata presso aziende, mostre, musei, località di interesse storico e artistico, parchi naturali comprendono la partecipazione ad attività fuori sede (spettacoli cine-teatrali, manifestazioni sportive, conferenze, ecc.)..
  •  

c. Viaggio di istruzione (VG) / Campo scuola (CS): sono caratterizzati da almeno un pernottamento. Comprendono i viaggi finalizzati all’integrazione disciplinare, all’ampliamento delle conoscenze e delle competenze trasversali e alla partecipazione a manifestazioni sportive. Integrano ed arricchiscono la preparazione culturale, tecnica o sportiva ma rappresentano anche momenti socializzanti. 

d. "Uscita didattica di socializzazione”(UDS): si effettua nell’arco di una giornata nel primo periodo dell’anno scolastico ed è limitata alle classi prime e/o alle classi formate con alunni di provenienza eterogenea o alle classi nelle quali i docenti ne ravvedano l’esigenza e l’opportunità (vedi procedura semplificata). 

ART.3 - DURATA E TEMPI

 a) Si definisce la durata massima di ogni singola uscita didattica/visita e/o viaggio di istruzione:

  • SCUOLA DELL’INFANZIA: orario, di norma, antimeridiano in zone limitrofe al comune di Latina
  • SCUOLA PRIMARIA: una giornata
  • SECONDARIA DI PRIMO GRADO:

              Classi 1^ e 2^: Massimo 4 giorni e 3 notti

              Classi  3^: Massimo 5 giorni e 4 notti

Eventuali deroghe devono essere autorizzate dal Consiglio d’Istituto e possono essere concesse solo per particolari e motivati fini didattici di carattere ambientale e/o storico.

b) Le uscite per attività sportive costituendo parte integrante dell’attività didattica dovranno essere effettuate con la collaborazione di tutti i docenti. 

ART.4 - PERIODI DI EFFETTUAZIONE

Le visite e i viaggi di istruzione, che dovranno essere programmati dando la precedenza ai luoghi culturali e professionali del territorio, possono essere effettuati in qualsiasi periodo dell’anno scolastico, escluso l’ultimo mese di lezioni (C.M. 291/1992), fatta eccezione per i viaggi connessi ad attività sportive scolastiche nazionali e internazionali di particolare rilievo.

E’ auspicabile che tutte le visite e i viaggi di istruzione siano effettuati in bassa stagione causa minor costo e comunque non oltre il 30 aprile. Le visite e i viaggi di istruzione potranno essere effettuate oltre il suddetto termine, ma entro la prima decade di maggio, solo per comprovati e fondati motivi. 

ART. 5 - QUORUM ALUNNI PARTECIPANTI

La partecipazione numerica ai viaggi di istruzione di più giorni non può mai essere inferiore al 50% degli studenti della classe. Tale limite minimo è fissato a 2/3 per le uscite didattiche e le visite di istruzione (punto a. ART.2). Gli allievi che non partecipano a tali attività sono tenuti alla frequenza scolastica.

Tenuto anche conto che il numero dei partecipanti incide sul costo dell’uscita, si precisa che non è consentito progettare visite e viaggi di istruzione che determinano situazioni palesemente discriminatorie per qualunque motivo.

Auspicando la totale partecipazione della classe, si ricorda che nessun alunno deve essere escluso dalle visite o viaggi di istruzione per mere ragioni di carattere economico; sarà pertanto compito dei Consigli di Classe/Interclasse/Intersezione calibrare le proposte anche in funzione delle possibilità economiche e non dei propri allievi fatta salva la volontà dei genitori di non partecipare all’iniziativa.

ART.6 - DOCENTI ACCOMPAGNATORI

Nella programmazione delle uscite didattiche/visite/viaggi di istruzione è prevista la presenza di un accompagnatore ogni 15 alunni. Deve inoltre essere assicurato l’avvicendamento dei docenti accompagnatori.

Se l’iniziativa interessa un’unica classe sono necessari n° 2 accompagnatori, se più classi n° 1 accompagnatore ogni 15 alunni; un accompagnatore ogni uno/due alunni diversamente abili, secondo la necessità, tale accompagnatore deve essere un insegnante o comunque personale che conosce le problematiche degli alunni diversamente abili interessati. Per il viaggio d’istruzione di più giorni delle classi 3^, in merito all’individuazione del docente accompagnatore di sostegno dell’alunno con diversa abilità, si procederà con la designazione del docente di sostegno dello stesso alunno (se si è reso disponibile). Qualora si rendesse necessario sostituire il docente di sostegno, affinché l’alunno non sia privato del diritto di effettuare le visite d’istruzione, nella scelta del sostituto si seguiranno i seguenti criteri in ordine prioritario:

  1. altro insegnante di sostegno resosi disponibile;
  2. un docente facente parte dello stesso Consiglio di classe o equipe pedagogica.

Nel caso di alunni con disabilità con scarsa autonomia e quindi bisognosi di aiuti speciali, tenuto anche conto del parere del GLHO, dovrà essere prevista la presenza oltre ad un docente titolare di sostegno, di un assistente comunale autorizzato e/o di uno dei genitori dell’alunno.

Nel designare gli accompagnatori i Consigli di Classe, di Interclasse e Intersezione, provvederanno ad indicare sempre almeno un accompagnatore supplente per ogni classe per subentro in caso di imprevisti. Per motivi di sicurezza e di vigilanza sugli alunni, nonché di efficacia didattica, gli accompagnatori devono essere scelti prioritariamente all’interno della classe interessata. Se l’insegnante presta servizio in altri plessi è tenuto a concordare con la Dirigenza gli eventuali impegni.

L’incarico di accompagnatore costituisce modalità di prestazione di servizio, comporta l’obbligo di una attenta ed assidua vigilanza degli alunni, con l’assunzione delle responsabilità di cui all’ART.2047 del codice civile integrato dalla norma di cui all’ART.61 della legge 11 luglio 1980, n.312, che limita la responsabilità patrimoniale del personale della scuola ai soli casi di dolo e colpa grave. Alle uscite/visite ed ai viaggi partecipano gli alunni delle classi destinatari dell’iniziativa, i docenti nominati accompagnatori e il Dirigente Scolastico. Anche il personale ATA, autorizzato dal Dirigente Scolastico, può essere designato come accompagnatore in situazione di opportunità o di assoluta necessità.

PROCEDURA GENERALE

(Vedi anche allegato n°1)

Le uscite didattiche, le visite e i viaggi di istruzione si configurano dunque quali progetti didattici (Scheda presentazione).

Il Consiglio di Classe/Interclasse/Intersezione, prima di esprimere il parere sui relativi progetti, li esamina, verificandone la coerenza con le attività previste dalla programmazione collegiale e l’effettiva possibilità di svolgimento e nell’ipotesi di valutazione positiva, indica gli accompagnatori, compreso l’accompagnatore referente.

Ogni uscita didattica/visita/viaggio d’istruzione, per motivi di sicurezza e di vigilanza sui minori deve essere di norma effettuato numero di classi inferiore a tutta la scuola nello stesso giorno, fatta eccezione per uscite relative a spettacoli teatrali e cinematografici a Latina e dintorni.

Le attività programmate ed approvate dai Consigli di Classe, Interclasse e Intersezione e dal Collegio dei Docenti rientrano nel Piano delle Uscite Didattiche, delle Visite e dei Viaggi di Istruzione della scuola e dovranno essere deliberate entro e non oltre novembre.

Il Collegio dei Docenti individua ogni anno la Commissione per il Piano delle Uscite Didattiche, delle Visite e dei Viaggi d’Istruzione della scuola.

Per ogni uscita didattica/visita/viaggio d’istruzione deve essere individuato un docente referente responsabile dell’organizzazione.

Il docente referente, dopo l’approvazione del Consiglio di Classe, Interclasse e Intersezione, presenta entro novembre alla Commissione, responsabile dell’organizzazione delle uscite, gli appositi moduli correttamente compilati e sottoscritti (il modulo All. n.2 dovrà essere richiesto alla Commissione). Almeno 10 giorni prima della data dell’uscita didattica/visita o viaggio d’istruzione per dar modo agli uffici di segreteria per la sistemazione della modulistica obbligatoria (obbligo di vigilanza, elenchi partecipanti, ecc….), i docenti referenti devono consegnare in segreteria:

1) Autorizzazioni dei genitori;

2) Bonifico bancario del versamento effettuato;

3) Elenco degli alunni partecipanti all’uscita didattica o visita di istruzione firmati dal Dirigente Scolastico;

4) Itinerario didattico firmato dai docenti accompagnatori (All. n.4).

Qualora, eccezionalmente, si offrisse l’opportunità di una visita di istruzione o uscita didattica in occasione di mostre o di altre manifestazioni culturali con scadenza non prevedibile, si impone comunque di presentare tutta la documentazione necessaria non oltre il 7° giorno precedente la partenza prevista (vedi anche procedura semplificata).

Gli alunni dovranno versare la quota prevista entro e non oltre il 15° giorno prima della partenza. A norma di legge non è consentita la gestione fuori bilancio, pertanto le quote di partecipazione dovranno essere versate sul C/C bancario della scuola, di norma, dai genitori degli alunni partecipanti, singolarmente o in gruppo. Si precisa che tale versamento non va effettuato per: Teatro Ragazzi/Cinema/Entrate nei musei/Guide da pagare sul posto.

Tutti gli allievi che partecipano a viaggi di istruzione devono essere forniti di opportuna assicurazione contro gli infortuni (CM 291/92). I docenti accompagnatori devono portare con sé un modello per la denuncia d’infortunio e l’elenco dei numeri telefonici della scuola compreso il numero di fax e depositare in Segreteria un recapito, a cui riferirsi in caso di imprevisto.

Dovrà essere prevista anche tutta la documentazione relativa alla somministrazione di farmaci e alle tipologie di allergie dell’allievo.

I docenti accompagnatori al rientro devono relazionare in forma scritta, tramite un modello da ritirare presso la Commissione (All. n.5), al Dirigente Scolastico e al Consiglio di Classe, di Interclasse e Intersezione.

Nel caso la quota di partecipazione sia particolarmente elevata si dovrà, attraverso un sondaggio riservato alle famiglie degli alunni interessati, acquisire il parere favorevole di almeno 2/3 dei genitori per le uscite didattiche/visite d’istruzione e il 50% per i viaggi d’istruzione.

Nel caso in cui l’alunno, il cui genitore ha versato la quota per l’uscita didattica/visita e/o viaggio d’istruzione, non potesse più parteciparvi per seri e comprovati motivi, ha diritto soltanto al rimborso dell’eventuale costo dei biglietti d’ingresso se il pagamento degli stessi viene eseguito sul posto.

Si rende noto alle famiglie che la scuola non si assume la responsabilità in caso di smarrimento di denaro, rottura o perdita di telefonini, macchine fotografiche, orologi, lettori CD, MP3, giochi o altro in possesso degli alunni partecipanti.

Eventuali deroghe al presente Regolamento devono essere autorizzate dal Consiglio d’Istituto.

Le richieste devono essere redatte in maniera completa ed esauriente sul modello prestampato; la mancanza di pochi essenziali elementi in esso richiesti, se non verrà integrata entro 3 giorni, comporterà l’esclusione della proposta dal successivo iter burocratico, con conseguente soppressione dell’attività proposta.

L’uscita didattica/visita o viaggio di istruzione costituiscono vera e propria attività complementare della scuola; quindi vigono le stesse norme che regolano l’attività didattica.

PROCEDURA SEMPLIFICATA

Nel caso il Consiglio di Classe/Interclasse/Intersezione deliberasse la partecipazione ad eventi non programmabili e comunque non compresi nel Piano delle Uscite Didattiche, delle Visite e dei Viaggi d’Istruzione della scuola, le uscite di una giornata saranno consentite. A tal fine si precisa che la comunicazione alla Commissione e al DS e la consegna nell’ufficio di segreteria degli appositi moduli da parte del docente referente dell’uscita didattica o visita di istruzione dovranno essere tempestivi in modo tale da consentire all’ufficio la predisposizione degli adempimenti amministrativi.

Tali iniziative dovranno comunque essere portate a ratifica del primo Consiglio di Classe/Interclasse/Intersezione utile previa consegna del report finale (Allegato n.5). 

MODULISTICA

Allegato n.1 : scansione adempimenti;

Allegato n.2 : scheda progetto uscite didattiche/visite/viaggi d’istruzione (per il C.d.C. / Interclasse / Intersezione);

Allegato n.3 : nomina docente accompagnatore;

Allegato n.4 : scheda progetto;

Allegato n.5 : report Finale;

Allegato n.6 : autorizzazione dei genitori per le visite e i viaggi di istruzione;

Allegato n.7 : autorizzazione per le uscite didattiche.

Tutta la modulistica è disponibile come allegato documento pdf scaricabile e compilabile.

Allegati:
FileDescrizioneModificato il
Scarica questo file (Regolamento visite e viaggi.pdf)Regolamento visite e viaggiRegolamento integrale06-10-2018
Scarica questo file (ALLEGATO N.1 Scansione ed adempimenti visite e viaggi.pdf)All. n.1 Scansione ed adempimenti visite e viaggiCronoscansione degli adempimenti visite e viaggi27-09-2018
Scarica questo file (all2 Scheda progetto x il C.d.C., interclasse, intersezione.dot.doc)All. n.2 Scheda progetto per il C.d.C., Interclasse, IntersezioneDa compilare a cura del C.d.C.- Interclasse - Intersezione06-10-2018
Scarica questo file (all3 Nomina docente acompagnatore.doc)All. n.3 Nomina docente accompagnatoreDa compilare a cura della segreteria06-10-2018
Scarica questo file (all4 Scheda progetto visite e viaggi.doc)All. n.4 Scheda progetto visite e viaggiDa compilare a cura del referente06-10-2018
Scarica questo file (all5 Report finale visite e viaggi.doc)All. n.5 Report finale visite e viaggiDa compilare a cura del referente06-10-2018
Scarica questo file (all6 Autorizzazione visite e viaggi.doc)All. n.6 Autorizzazione visite e viaggiDa consegnare agli alunni (3 moduli)06-10-2018
Scarica questo file (all7 Autorizzazione visite guidate e viaggi.doc)All. n. 7 Autorizzazione uscite didattiche visite e viaggiDa consegnare agli alunni06-10-2018